Ricordando Gabriella Maleti

CARTESENSIBILI

roberto maggiani- esperienza , gabriella maleti

gabriella esperienza

.

.

Gabriella non è solo fotografa, è amica, figlia, sorella. Ci si scambiano le paure…

„…Che posso dirti, sorella? Che pesto i piedi/ e dico no al cielo, alle promiscue nubi che mi rapiranno? / Vorrei chiudere definitamente gli occhi, ora, lasciare/ il mio cane, le mie erbe, ora, con la tua mano nella mia.”

„…Sapessi come, …, vorrei essere su un baroccino/ tirato da una inquieta cavallina nera./ Potremmo essere insieme nel vento/ di marzo, tra campi, alberi e viole,/ lì lì, viole quasi aperte.”

Ora Gabriella, percorso il lungo corridoio con le sorelle verso la luce, è andata oltre su quel baroccino tirato da una inquieta cavallina nera in questo vento di marzo, come sapeva.  La sua macchina fotografica non serve più;  lei già prima vedeva oltre, con la sua immensa umanità e speciale sensibilità. La sua mano  in quella di…

Vezi articol original 110 cuvinte mai mult

Anunțuri

Lasă un răspuns

Completează mai jos detaliile tale sau dă clic pe un icon pentru a te autentifica:

Logo WordPress.com

Comentezi folosind contul tău WordPress.com. Dezautentificare / Schimbă )

Poză Twitter

Comentezi folosind contul tău Twitter. Dezautentificare / Schimbă )

Fotografie Facebook

Comentezi folosind contul tău Facebook. Dezautentificare / Schimbă )

Fotografie Google+

Comentezi folosind contul tău Google+. Dezautentificare / Schimbă )

Conectare la %s