Georges Feydeau e i suoi personaggi

annamaria martinolli

Il presente articolo è stato pubblicato sul quotidiano Nouvelles littéraires nel 1924. L’autore è Claude Berton. La traduzione è mia.

La Dame de Chez Maxim (versione inglese)I personaggi di Feydeau non hanno niente a che spartire con i borghesi “posati” o le “persone” di mondo. Sono uomini gaudenti, prostitute di locali alla moda, esseri mezzi folli, abulici, deboli, ubriaconi, maniaci brutali e mistagoghi. Il loro linguaggio non è il bon français degli eroi di Labiche né tantomeno le mezzetinte screziate di brillanti pennellate che illuminano i dialoghi di Meilhac. È un linguaggio frammentario, caotico, argotico, ellittico, pieno zeppo di incontri di idee balzane e sbalorditive, come il costume di un illusionista che estrae dalle tasche, dalle maniche e dal colletto dei pesci, dei fiori, una frittata, delle bolle di sapone e una palla di cannone.

Le situazioni non sono la conseguenza delle peripezie dell’amore, dell’orgoglio o della cupidigia. Non sono neanche peripezie, ma catastrofi improvvise e…

Vezi articol original 881 de cuvinte mai mult

Anunțuri

Lasă un răspuns

Completează mai jos detaliile tale sau dă clic pe un icon pentru a te autentifica:

Logo WordPress.com

Comentezi folosind contul tău WordPress.com. Dezautentificare / Schimbă )

Poză Twitter

Comentezi folosind contul tău Twitter. Dezautentificare / Schimbă )

Fotografie Facebook

Comentezi folosind contul tău Facebook. Dezautentificare / Schimbă )

Fotografie Google+

Comentezi folosind contul tău Google+. Dezautentificare / Schimbă )

Conectare la %s